Psycocenter: terapie per la depressione, studio di psicologia a Fidenza, Parma - Studio di psicologia e mediazione famigliare, Psycocenter – Fidenza, Parma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Depressione
la fatica di vivere e la chiusura verso il mondo

Gioia di vivere: dove sei?

Ti senti l’umore depresso, non ti senti attratto da nulla se non dal buoi che c’è in te, non provi piacere di fronte a niente, ti senti affaticato e senza energia, ti svaluti, ti senti in colpa o inappropriato. Fai fatica a concentrarti, a pensare, ad agire, ti senti lento ed immobile.
Allora sei depresso.
Appena hai un po’ di energia chiedi aiuto.
La depressione schiaccia la volontà, appiattisce i sentimenti e crea una barriera tra te e il mondo, ti fa sentire terribilmente solo e irraggiungibile.
Questo sentimento non rende difficile la vita solo a te, ma anche alle persone che ti stanno attorno.
La depressione è come UN’AMANTE, e gli altri si sentono impotenti di fronte al suo potere e qualunque tentativo di aiutarti si può volatilizzare.
Ti puoi sentire depresso solo in alcuni momenti o questo sentimento può invadere la tua esistenza.
Puoi essere predisposto alla depressione o puoi essere vittima di vicende di vita che pesano sulle tue spalle e ti schiacciano.
Offrirti uno spazio di riflessione, un colloquio psicoterapeutico, può aiutarti, a farti spazio nella matassa in cui ti senti, a vedere oltre le nuvole dove in genere il sole comunque c’è.
Buttare fuori le tue angosce, le tue fatiche aiuta a sbloccare la tua vita da quell’imbuto in cui si è infilata per far trovare i suoi spazi ai tuoi bisogni, alle tue esigenze, ai tuoi sogni.
Se non ci credi, fatti accompagnare da chi ti sta accanto, da un familiare, un amico. Fai un atto di cieca fiducia.
Molte sono le situazioni in cui in quest’epoca ci si può sentire impotenti e schiacciati dagli eventi.
La crisi economica, la perdita del lavoro, quindi della propria identità. Le domande che mi pongo sono: chi sono e cosa faccio?
La perdita del potere di acquisto, e quindi cambiare il proprio stile di vita.
La solitudine. I social network ci possono mettere in relazione agli altri o dividerci ulteriormente dagli altri. Tutto ciò che è mediato da un video può creare unione o divisione ed il confine è molto labile, e la relazione umana può diventare un miraggio.
L’organizzazione sociale delle famiglie mononucleari può far esaurire le risorse vitali in quanto su di essa posa il peso di troppi bisogni.
Le nuove realtà delle famiglie allargate, quelle che si costituiscono a seguito di separazioni e nuove unioni possono creare confusioni, incomprensioni, dispersione di risorse, mettendo i membri di cui ne fanno parte, a volte, in uno stato di malessere e solitudine.

Carmela G. Giunta Psicologa Psicoterapeuta www.psycocenter.it

Se vuoi porre dei quesiti o commentare il contenuto dell’articolo  invia una mail a info@psycocenter.it .


 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu